La scomparsa di Calogero Rizzuto, direttore del Parco archeologico di Siracusa, lascia un vuoto incolmabile e addolora quanti hanno avuto il piacere di conoscerlo, di operare con lui, di condividere programmi e strategie finalizzate alla tutela e promozione dei beni culturali.

L’ Associazione Art. 9 aveva, da subito, accolto con gioia la notizia del prestigioso incarico affidato a Rizzuto, riconoscendogli tutte quelle doti, da tutti certo apprezzate, di competenza, equilibrio, non disgiunte sia da una innata signorilità e disponibilità all’ ascolto sia da una sicura e consolidata visione d’insieme delle problematiche di gestione di sistemi complessi, quale i parchi archeologici, che Rizzuto aveva visto, per così dire, nascere al tempo della originaria ideazione e programmazione voluta dall allora assessore Fabio Granata, con cui Rizzuto ha condiviso importanti e decisive esperienze di governance.

Proprio di recente Art 9 aveva avuto Il piacere di ospitare Rizzuto condiviso come relatore in un partecipato incontro a Siracusa a Palazzo Vermexio, su temi inerenti le politiche su e per i patrimoni.

Per molti membri della associazione Calogero Rizzuto non era solo un insostituibile interlocutore culturale, era un amico altrettanto insostituibile.

Ci stringiamo intorno ai familiari e alla città tutta di Siracusa, consapevoli che con Rizzuto scompare uno straordinario protagonista della cultura aretusea e della Sicilia tutta.

Lo dichiara in una nota dell’Associazione Art.9, la Portavoce  Fulvia Toscano.

Pubblicato da Filippo Virzì

Filippo Virzì, Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *